Il “Torneo Calcistico Stracittadino” di Atripalda (AV) nasce per puro caso, conseguenza di semplici riflessioni e istintive considerazioni di una sera di mezza estate.

Negli anni ’70 abitavo in Piazza Umberto I e, dal mio balcone, nelle ore serali e domenicali,  osservavo le lunghe e monotone passeggiate dei giovani e dei “meno giovani” atripaldesi, il  susseguirsi di movimenti cadenzati, costanti, monotoni e ripetitivi. Il brusio della grande Piazza  che viveva nell’attesa del silenzio.

Anch’io ero uno dei tanti “podisti” serali e, sin dalla giovanissima età, spesso, con gli amici  ci  spostavamo da un lato all’altro della piazza, dalla zona adulta a quella giovane; da quella  principale/centrale a quella cosiddetta “‘nanzi o’ dazio / caserma dei Vigili Urbani” antistante  “sotto e teglie” (negli anni successivi arricchita dalla fontana).

Quante interminabili discussioni sportive e quante sfide calcistiche nei nostri discorsi.

Io mi sono sempre interessato di sport, in particolare di calcio. In quegli anni collaboravo con l’Unione Sportiva A.C.L.I. di Avellino; ero già Arbitro di Calcio e “soffrivo” di meno il “dolce” non far niente serale e domenicale perché i miei fine settimana li trascorrevo sui campi sportivi di tutta la penisola.

E così, tra un’osservazione e una passeggiata, un pensiero diventava sempre più insistente: …devo fare qualcosa sia per me che per i miei coetanei…!!! 

Mi diedi forza, valutai lo stato delle cose  e pochi giorni dopo decisi di organizzare un “torneo di calcio locale”. Studiai modalità e regole per un torneo che avesse caratteristiche diverse dai classici tornei che si svolgevano in Irpinia.

Il torneo calcistico atripaldese doveva essere differente!!

Le idee erano molte, variegate e particolari; stilai una bozza di regolamento particolare: era nato il “TORNEO CALCISTICO STRACITTADINO

Piazza Umberto I nel 1970

di Atripalda.

Quella manifestazione sportiva settembrina che, successivamente, dagli addetti ai lavori, fu definita “IL TORNEO“, non “un torneo”, di calcio. 

Di admin

5 pensiero su “Il Torneo Calcistico Stracittadino”
  1. Congratulazioni
    Non posso fare altro che apprezzare ed essere orgogliosa di te Carlo, di come sei stato capace di risvegliare tanti ricordi, nella mente e nel cuore, belli o meno belli ma sicuramente struggenti, indimenticabili dei tuoi concittadini.

    Lucia Vincitore – Gorgonzola

  2. Lo Stracittadino fa ritrovare gli amici di un tempo
    Lo Stracittadino, ancora una volta, fa ritrovare gli amici di un tempo… non che oggi non lo sia più, ma la vita e la distribuzione in tutto il territorio nazionale ed oltre degli atripaldesi fa perdere i contatti.
    Grazie a questo sito sto per ritrovare un amico, un mio compagno di scuola, un tempo un ragazzo intelligente e di compagnia, un buon calciatore… abbiamo fatto tante partite insieme e abbiamo condiviso momenti di paura e di tensione per le interrogazioni.
    Poi le strade si dividono e non ci si incrocia più per la piazza di Atripalda, le esigenze di vita ti portano a frequentazioni diverse, lo studio ti impegna più di tante altre attività e non hai più modo di scambiare idee, pareri, di fare un po’ di conversazione con l’amico.
    Sarete curiosi di sapere chi è…
    Ve lo dico… è:
    Carlo Capossela, proprio il nostro web designer, il titolare dell’Engineering and Design Management Consulting Service.
    Che piacere mi fa sapere che sei in quel di Gorgonzola (mi raccomando, quando vieni ad Atripalda, portane un assaggio anche per noi… scherzo).
    Come si traduce allora lo Stracittadino oggi?
    Palestra di ricordi infiniti… di ritorni… di piacere nell’abbracciare un amico… di solidarietà e gioco.
    Un grazie al nostro mentore, il “tedesco” Gioso Tirone per la sua caparbietà nel portare avanti questa iniziativa ed è ancora abbastanza giovane per portarne avanti altre sotto il “format” di indiscusso valore del “TORNEO CALCISTICO STRACITTADINO”.

    Angelo Ruocco

  3. Ringraziamenti per il sito
    Ciao.
    Sono di Atripalda.
    Per puro caso da Google ho rintracciato questo sito.
    E’ molto bello ricordare qui.
    Complimenti vivissimi a chi ha avuto questa meravigliosa idea.
    Lo comunicherò a tutti i miei conoscenti che hanno avuto a che fare con il torneo.

    Antonio Vassallo – Milano

  4. Saluto
    Caro Carlo, sei straordinario come sempre.
    E’ bello tenere vivo il ricordo della nostra Atripalda e dei momenti di aggregazione che hanno caratterizzato un tempo che non c’è più.
    E’ uno splendido lavoro per quelli che ricordano e per le nuove generazioni che hanno tanto da imparare.
    Con l’affetto di sempre, grazie.

    Gina Capossela

  5. Ringraziamento
    Grazie zio (Carlo Capossela) per questo sito che ha permesso a me e un po’ a tutta la gente di Atripalda che ha vissuto e che vuole rivivere quelle emozioni, di fare un salto nel passato e ricordare i bei vecchi tempi e gli anni d’oro del calcio atripaldese.
    Ringrazio te e il signor Generoso Tirone per questa iniziativa che attraverso riflessioni, scritti e soprattutto foto, ci fa aprire gli occhi sul torneo comunale: il TORNEO STRACITTADINO!!!!!!!!!!!!!!!

    Francesco Petito

Rispondi a Maurizio Amodio Annulla risposta